Pasta ai frutti di mare

Pasta ai frutti di mare: il piatto più amato dell’estate!

Estate e luoghi di mare… viene quasi automatico pensare alla cucina a base di pesce!

Ma tra aragosteostriche e polpi c’è qualcosa che è più immediato da preparare e, al contempo, saporito e tradizionale: un bel piatto di linguine ai frutti di mare.

Un po’ di info

I frutti di mare, è bene sfatare un mito, appartengono al regno animale e comprendono molluschi e crostacei.

Altro pensiero comune è quello che riguarda la loro provenienza: vongole, fasolari, telline, cannolicchi, tartufi di mare ed altri sono tutti abitanti di acque salate, ma non sono gli unici “frutti” esistenti in natura; esistono, infatti, anche specie d’acqua dolce o addirittura terrestri!

Naturalmente, quando si tratta di ristoranti di mare, il piatto di solito richiesto è a base di pesce, per cui il condimento avrà tassativamente i sapori decisi dell’acqua di mare…

I molluschi lamellibranchi, che non sono altro che i bivalvi, vivono sul fondale marino filtrando l’acqua alla ricerca di cibo. Il corpo molle è protetto da questo rivestimento costituito dalle valve, che si mimetizza nella sabbia, riuscendo a nutrirsi tramite un sifone carnoso, che emerge dal sottosuolo, capace di catturare piccole particelle di cibo sospese nell’acqua. Ecco perchè si dice che i bivalvi “puliscono l’acqua dalle impurità”.

Sono comuni da trovare alle foci di fiumi o su fondali bassi con acque tranquille; l’importante è che vi sia continuo afflusso di sostanze organiche sufficientemente piccole da essere intercettate per il nutrimento.

Alimentazione

I molluschi sono gli alimenti a più alto contenuto di ferro; 100 grammi di vongole si dice siano sufficienti a coprire l’intero fabbisogno giornaliero di una donna.

Inoltre contengono pochissimi grassi (tra cui i “buoni” Omega 3) e sono ricchi di proteine nobili, vitamine e sali minerali, come zinco, selenio e iodio.

Di solito un buon piatto di pasta condito ai frutti di mare contiene molluschi, come seppie, calamari, moscardini, totani, patelle, cozze, vongole, fasolari, telline, cannolicchi, capesante, tartufi di mare… ma non è infrequente trovare anche sughi preparati con gamberi, scampi, granchi ed altri crostacei.

Tutto sta a calibrare i propri gusti e alla voglia di provare, perchè no, anche qualcosa di nuovo!

Ottimo per accompagnarne i sapori, di solito, è un buon vino, anche spumantizzato o con note fruttate.

Lascia un commento